Care & Cleaning

I nostri tappeti sono fatti a mano. Sono perciò possibili piccole imperfezioni, che sono parte integrante del tappeto.

Cura e pulizia dei tappeti

SCARICA LA NOSTRA GUIDA

Lo sporco, la polvere e altre impurità possono rapidamente penetrare in profondità nelle fibre del vostro tappeto, se ne viene data la possibilità. La loro consistenza abrasiva può alla fine provocare la perdita del pelo del vostro tappeto – nota anche come densità delle fibre – che porta a un aspetto sbiadito e usurato. Il modo migliore per prevenirlo è passare regolarmente l’aspirapolvere o spazzare il tappeto. Raccomandiamo questa pulizia di routine una volta ogni una o due settimane, specialmente se il tuo tappeto si trova in un’area ad alto traffico. Una nota importante: non passare mai l’aspirapolvere sul tappeto usando la spazzola o le setole dell’aspirapolvere, poiché queste rimuovono un piccolo numero di fibre del tappeto ad ogni passaggio. Nel tempo, questo può distruggere completamente il tuo tappeto. Assicurati di usare solo l’accessorio di aspirazione, e se il tuo tappeto è particolarmente fine o fragile, considera invece di spazzarlo.
Se un liquido o del cibo si rovescia sul tuo tappeto, puliscilo il prima possibile. Più a lungo la fuoriuscita riesce a penetrare nel tappeto, più difficile sarà rimuoverla completamente. Tampona prima il liquido in eccesso, facendo attenzione a non strofinare la macchia più a fondo nelle fibre del tappeto. È quindi possibile pulire l’area dal bordo al centro con un panno umido, ma non bagnato. Non usare saponi o prodotti per la pulizia, poiché possono influenzare i coloranti del tappeto e causare uno scolorimento permanente.
Questo dipende dalla posizione e dai modelli di traffico nella vostra casa. Ovviamente, un traffico maggiore espone i tappeti a più sporco. Puoi controllare il carico di grana nel tappeto mettendo un pezzo di carta pulito sulla superficie vicino a un angolo. Piega l’angolo sopra il pezzo di carta e batti il retro del tappeto sopra la carta più volte, il più forte possibile. Tirare indietro la piega ed esaminare la carta per accertare la quantità di grana e sporcizia che è stata sbattuta fuori dal tappeto. Se è apprezzabile, il tappeto dovrebbe essere spolverato e pulito professionalmente. Quando il tappeto è notevolmente sporco, è il momento di farlo pulire. Altrimenti, fatela pulire in media ogni 5 anni.
Vino rosso: Se viene versato del vino rosso o una bevanda tinta di rosso (kool-aid), usare immediatamente la club soda. Versare sulla macchia e tamponare con un asciugamano pulito. Ripetere (forse 20 volte) fino a rimuovere tutto il colore rosso. Urina animale: L’urina animale è molto dannosa per un tappeto fatto a mano. Non solo è sgradevole all’olfatto, ma può provocare marciume secco e macchie permanenti o la decolorazione dei coloranti. Ogni volta che si verificano degli incidenti, usa della club soda e/o dell’acqua pulita per sciacquare accuratamente l’area. Sollevare l’area sporca su una bacinella o un secchio e far scorrere l’acqua attraverso il tappeto finché non è pulito. Puoi usare un asciugamano e un detergente delicato come lo shampoo, ma assicurati di risciacquare accuratamente. Assicurati che il tappeto sia completamente asciutto prima di rimetterlo sul pavimento. Gli animali domestici tendono a tornare ripetutamente negli stessi posti. Quando si scopre un uso prolungato, consultare un pulitore professionista.
Periodicamente, ogni 2 o 3 anni, il tappeto annodato a mano dovrebbe essere pulito da un professionista in un bagno a immersione totale e sarà rinfrescato e sembrerà come nuovo. I tappeti annodati a mano possono essere puliti a umido in questo modo, al contrario dei tappeti annodati a mano che possono essere puliti solo a macchia.
I colori sbiadiscono in modo irregolare e la lana e il cotone si seccano e diventano fragili. A buon tappeto può sbiadire in un mese o meno. Quando i colori sono più morbidi o più chiari sul lato del vello del tappeto rispetto al retro, significa che si sta verificando uno sbiadimento. È possibile eliminare o prevenire il problema tenendo le tende chiuse o facendo in modo che le finestre rivestite professionalmente con mylar (un flm invisibile che può essere applicato alle finestree che protegge dalla luce ultravioletta dannosa).
Un tappeto o una moquette tuftata a mano nuova può perdere le fibre in eccesso. Questa peluria non è un difetto di fabbricazione e scomparirà gradualmente nel tempo. Raccomandiamo di passare regolarmente l’aspirapolvere con un aspirapolvere verticale. La marca da noi consigliata è Sebo. I ciuffi germogliati sono un fenomeno naturale nei tappeti tuftati a mano. Se trovi dei ciuffi spuntati, non tirarli fuori perché potresti danneggiare il tappeto. Tagliare accuratamente i ciuffi sporgenti con delle forbici affilate. Con il passare del tempo, i mobili pesanti possono schiacciare il vello dei tappeti hand tufted causando delle rientranze. Lo schiacciamento può essere ridotto risistemando occasionalmente i mobili pesanti in modo che il peso non sia concentrato in un solo punto.
Per quanto riguarda la pulizia dei tappeti di seta, ci sono alcuni precisi “no-no”: Non usare detergenti enzimatici, che usano enzimi per digerire le macchie a base di proteine – la seta è composta in gran parte da proteine, quindi questi detergenti possono rompere le fibre di seta Non usare acqua calda o vapore; il calore può causare il restringimento della seta Non strofinare, strizzare o strofinare il tappeto, per evitare di danneggiarne le fibre Non raggruppare o allungare il tappeto, per evitare di cambiarne permanentemente la forma Non considerare mai l’applicazione di candeggina al cloro sulla seta; non causerà solo una perdita di colore – distruggerà le fibre Non immergere il tappeto, nemmeno nell’acqua.
Oltre alle macchie, c’è spesso la necessità di sbarazzarsi dei cattivi odori. A volte puoi non notarli per molto tempo, ma i tuoi ospiti possono notarli. Questo è particolarmente importante per le case con bambini e animali domestici. Per rimuovere gli odori indesiderati dal tappeto, segui i semplici passi qui sotto e una delle due procedure. Procedura 1 Avrai bisogno di: aceto, acqua, una bottiglia spray e un panno asciutto. Usare acqua e aceto è un metodo efficace per rimuovere i germi e gli odori dal tappeto. Mescolare parti uguali di aceto e acqua nel flacone spray, renderà più facile l’applicazione della miscela. Spruzzare leggermente l’area da trattare con la soluzione di acqua e aceto. Pulire l’area con un panno pulito e asciutto e poi lasciare asciugare il tappeto. Dopo tale pulizia, il tappeto potrebbe puzzare di aceto per un po’ di tempo, ma andrà via dopo qualche ora di aerazione. Procedura 2 Avrai bisogno di: bicarbonato di sodio, aspirapolvere. Applica un po’ di bicarbonato di sodio sull’area interessata del tappeto (per esempio, dove il tuo animale domestico giace di più). Lascia il bicarbonato di sodio sul tappeto per farlo assorbire completamente per circa 1 ora. Pulisci il tappeto con un aspirapolvere senza spazzole.
La luce del sole può far sbiadire nel tempo anche i tappeti più vivaci, soprattutto perché la tendenza alla luce naturale continua a crescere negli spazi aziendali. Molte finestre moderne sono progettate specificamente con rivestimenti a bassa emissività per ridurre al minimo la quantità di luce infrarossa e ultravioletta che passa attraverso il vetro, ma anche se questo aiuta a proteggere i tappeti, non elimina completamente il problema. Oltre alla luce UV, i modelli di traffico possono danneggiare rapidamente un tappeto. Se le persone camminano costantemente sulla stessa sezione di fibre, quell’area si consumerà fino a diventare di colore e consistenza irregolare prima del resto del tappeto. Fortunatamente, il modo migliore per proteggere il vostro tappeto dalla luce solare irregolare e dal traffico umano è semplice: ruotatelo di 180 gradi ogni tre mesi. Questa routine trimestrale farà una grande differenza nell’aspetto del tuo tappeto.
Mantenere l’umidità in eccesso lontano dal tuo tappeto ti aiuterà a prevenire la muffa, le muffe e il marciume secco, quindi assicurati che il tuo tappeto abbia la possibilità di asciugarsi completamente ogni volta che si bagna. Per piccole fuoriuscite o impronte di piedi bagnati, andrà bene assorbire il liquido in eccesso con un asciugamano e lasciare che il tappeto si stenda. Nel caso di grandi fuoriuscite in cui il tappeto è saturo fino all’orlo, dovrete sollevare il punto bagnato fino a quando non si sarà asciugato.
I tappetini possono prolungare la vita del tuo tappeto in diversi modi. Tengono il tappeto saldamente in posizione per ridurre al minimo le rughe, e questa stabilità previene anche gli incidenti da scivolamento che possono causare danni non solo al tappeto ma anche agli ospiti e agli altri mobili. Alcuni bonus aggiunti dei tappetini? Rendono il vostro tappeto più morbido da calpestare e proteggono il vostro pavimento in legno duro o LVT dai graffi.
Gomma da masticare: Premere dei cubetti di ghiaccio contro la macchia finché non diventa fragile e si rompe. Usare lo smacchiatore per far sparire le ultime tracce. Saturare la macchia con un panno imbevuto di aceto o alcol. Cera di candela: Mettere un sacchetto di carta marrone sulla macchia. Mettere un ferro da stiro caldo sopra il sacchetto di carta. Muovi il ferro costantemente. Attendere qualche minuto fino a quando la cera viene assorbita. Ripetere se necessario. Inchiostro da penna a sfera: Saturare la macchia con la lacca per capelli. Lasciare asciugare. Tamponare leggermente con soluzione di acqua e aceto.
Una manutenzione regolare è il modo migliore per evitare che i tappeti di lana vengano danneggiati dalle tarme. La pulizia periodica, l’antitarme e la rotazione dei tappeti sono un buon modo per evitare che le larve delle tarme larve di tarme di prendere piede e danneggiare i vostri tappeti di lana. Quando si ispezionano i tappeti per l’attività delle tarme, ricordate che la maggior parte dei danni provocati dalle tarme si trova sul retro del tappeto, dove è meno probabile che le tarme siano disturbate. Quindi esaminate il retro del tappeto lungo il suo perimetro e cercate falene, larve di falena o l’involucro o il tessuto che si lasciano dietro.
Le estremità e i bordi sono generalmente le prime parti di un tappeto che richiedono attenzione man mano che il tappeto invecchia. Di conseguenza, è fondamentale mantenerli in buone condizioni per evitare costose riparazioni. Di solito la frangia di un tappeto inizia a consumarsi dopo 10-15 anni. La frangia può essere sostituita, anche se una nuova frangia su un tappeto vecchio può sembrare inappropriata. Fortunatamente la frangia non è strutturale e il tuo tappeto non subirà alcun danno se la farai rimuovere professionalmente. L’usura della finitura finale, tuttavia, è un altro problema. I tappeti sono legati alle loro estremità in vari modi, per mantenere intatte le fondamenta. Se le fondamenta si sfilacciano, un tappeto comincia a perdere il suo vello e questo richiede un costoso lavoro di riparazione. Questo se il tappeto può essere riparato. Aggiungere nuove cimose e estremità a un tappeto è un’arte, poiché le nuove cimose devono fondersi con il tappeto. Ci sono una serie di altri problemi vari in cui un tappeto può incorrere. Questi includono buchi, linee di rughe, bordi arricciati, usura visibile, ecc. Questi sono costosi da riparare ed è importante evitare un’usura eccessiva. Ruotare i tappeti, specialmente nelle aree ad alto traffico, è importante per evitare che si verifichi questa usura.
Ci sono molti prodotti sul mercato pubblicizzati per la pulizia dei tappeti, molti dei quali contengono sostanze chimiche dannose che possono causare danni irreversibili al colore e alla qualità del vostro tappeto hand tufted. Non raccomandiamo l’uso di tali prodotti. Se si rovescia accidentalmente il tappeto o la moquette, la velocità è essenziale. Tamponare le fuoriuscite di liquido con un tovagliolo di carta o un panno assorbente pulito. NON strofinare o strofinare perché ciò danneggerebbe il vello. Raccogliete con cura i solidi con un cucchiaio o con l’estremità di un coltello. Se l’area non è macchiata, asciugarla con un asciugacapelli e ripristinare la direzione del pelo con una spazzola per vestiti. Se l’area ha portato una macchia, non tentare di trattarla da solo. Contattate un pulitore di tappeti specializzato. Noi raccomandiamo vivamente Highgrade, specializzata nella pulizia di tappeti e moquette di lusso.
Per le macchie gravi, non esitare – chiama un pulitore professionista e fai trattare il problema da esperti. Per le macchie meno gravi, potresti scegliere di rischiare un trattamento casalingo. Come per tutte le macchie, più velocemente si agisce, più probabilità ci sono di successo. Quindi non aspettate che una macchia liquida si asciughi prima di tentare di toglierla. Per prima cosa usate un tampone assorbente o un tovagliolo di carta per tamponare il più possibile la macchia. Evitare la tentazione di strofinare. Poi riempire una bottiglia spray con una soluzione di parti uguali di acqua e aceto, assicurandosi che la soluzione sia fredda o tiepida al massimo. Nebulizzare abbondantemente l’area interessata del tappeto e tamponare l’umidità. Ripetere questo processo fino a quando la macchia incriminata è stata (se siete fortunati) completamente rimossa. Poi lasciate che il tappeto si asciughi naturalmente. Lo facciamo da oltre vent’anni, quindi puoi stare certo che tratteremo i tuoi tappeti di seta con la cura delicata di cui hanno bisogno.
Il modo migliore per conservare i tappeti è quello di arrotolarli (in larghezza) strettamente, iniziando il rotolo dal lato opposto alla direzione del vello. Per evitare che il tappeto si srotoli, usa corda, spago o nastro da legare intorno al tappeto. Potrebbero essere necessari tre o più pezzi di corda, assicurandosi che siano uniformemente distanziati per tutta la larghezza del tappeto. I tappeti dovrebbero poi essere avvolti in politene a tenuta d’aria con alcune palline antitarme e conservati in un luogo asciutto.