Produzione tappeti in India

La seconda area geografica selezionata per la mia produzione di tappeti è l’India ,ed in particolare il nord dell’India a jaipur.
Il tappeti prodotti in questa regione sono particolarmente fitti e densi di nodi quindi molto definiti e sottili dato l’utilizzo di lane molto pregiate provenienti dall’area del Kashmir.

Prima lo studio, il disegno del tappeto poi la cardatura e la colorazione delle materie prime ( lana o seta ) per ultimo la tessitura fatta ancora a mano e il lavaggio.
Per noi è un onore poter lavorare con queste persone così lontane ma così vicine alla mia cultura del bello, del fatto artigianalmente e dell’esclusivo.

Il tappeto in India, anche se il suo uso per ragioni climatiche era prevalentemente riservato alla corte ed alle classi elevate, deve il suo sviluppo alla dinastia dei Moghul (1526-1858).
Grandi sostenitori delle arti, i sovrani Moghul diedero un notevole sviluppo all'arte dell'annodatura del tappeto.
A Lahore, capitale del Punjab, furono eseguiti i tappeti più belli della dinastia Moghul: d'impianto floreale, avevano di prevalenza il campo rosso lacca, blu o azzurro con motivi in giallo oro di gran risalto.

La decorazione opera una piacevole fusione tra i motivi persiani (in particolare di Herat) e quelli più tipicamente indiani con l'introduzione di motivi floreali (rose, campanule, violette, peonie, gigli) e animali (coccodrilli, tigri, elefanti, draghi e ch'i-lin, creature fantastiche di derivazione cinese).

Dal punto di vista tecnico, i tappeti indiani sono ben fatti, il nodo utilizzato è quello persiano con una densità molto alta, la lana impiegata è molto sottile mentre i tappeti di seta (rari) hanno un'altissima densità di nodi.

La tessitura avviene con nodi asimmetrici in cotone e lana, nelle regioni nordiche con lana Kashmir, a volte la seta e materiali preziosi quali fili di seta, oro e argento.
Dalla qualità delle lane è possibile identificare la provenienza del tappeto indiano: se è morbido e lucido proviene dal nord, se è opaco proviene da una regione del sud.
I tappeti Indiani più rinomati sono Chandigar, Agra, Mirzapur.

Tra i più richiesti oggi sono i tappeti di Agra, che hanno una annodatura molto fine e serrata, sono decorati con disegni persiani e hanno colori molto delicati ed armoniosi (in prevalenza giallo, avorio, rosa e verde pallido) che si ripetono su tutto il campo.